sabato 27 giugno 2015

Cinesi che gestiscono fumerie d'oppio nella Londra vittoriana



«Scusa, hai da accendere?»
«No, guarda, io non fumo».
Mi domando quanti incontri interessanti, rivalità storiche, eterni amori e passioni travolgenti mi sia perso a causa di questa risposta.

Mi dispiace, ma non fumo.

C'è una fascia d'età, tra i quattordici e i diciassette-diciotto anni, in cui se provando una sigaretta, o una canna, ti va di traverso il fumo, si è ancora tutti amici, si ride insieme e, dai prova un altro tiro, che il secondo di solito va meglio.
Ma alla mia età no.
Se entro quella fase non hai iniziato a fumare, sei fregato.
Per sempre.
Perché se cominci a tossire come un bronchitico oltre la maggiore età, fai la figura dell'imbranato; del perdente; marchiato a vita.
E allora, No, guarda, non fumo.

Certo, ci sono i vantaggi economici; ne giova la salute, ma per me è del tutto secondario.
Io non fumo, non per ragioni morali, ma per pura e semplice estetica.

Nessun commento: