domenica 2 agosto 2015

Noia


Madido di sudore
Con i vestiti a brandelli
Oblitero
Il mio biglietto per il delirio.

Quest'estate
È un corridoio lercio.

Come il batter d'occhi
Alterna luce e buio
Nel percorrerlo
Si alternano porte
Aperte nel vuoto.

Guardo tutto
Da una bottiglia
Il verde vitreo
Aggiunge angoscia
A un cuore già pesante.

Il rivedere facce note
Amiche e non
E il risuonare di frasi
Scherzose, serie
D'amore e d'odio
Sono sogni a trentatré pollici
Di un hobbistico dormire.

In un Medioevo di tre mesi
In un'odissea di mezze azioni
L'unica soddisfazione
Dare fuoco alle campagne. 

Nessun commento: